Esperienze transnazionali per la vita indipendente e l’empowerment. Questo l’obiettivo del progetto europeo “Up and Go” che offre a giovani svantaggiati l’opportunità di svolgere un tirocinio all’estero di due settimane. Riservato a giovani tra i 18 e 35 anni che si trovano in situazione di criticità cognitiva, disagio mentale o in una condizione di marginalità. L’iniziativa, realizzata all’interno del programma europeo di mobilità internazionale Leonardo da Vinci con il sostegno della Commissione europea, è promossa dai Centri di Servizio per il Volontariato (Csv) di Rimini Volontarimini in qualità di ente capofila, Bologna – AsvoVolabo, Modena – Asvm Associazione Servizi per il Volontariato, Reggio Emilia – DarVoce, Piacenza – Svep, Ferrara – Agire Sociale e Avm Csv Marche. Per partecipare è necessario risiedere in una delle province coinvolte e avere una situazione di bisogno conosciuta dai Servizi territoriali. Le partenze sono organizzate in gruppi composti da sei persone più due accompagnatori. I ragazzi potranno svolgere, accanto a esperienze professionalizzanti come corsi di lingua e stage, anche attività di socializzazione diversificate secondo la città di accoglienza, tra cui visite culturali, musica o teatro.